Storia

In nessun luogo si è più vicini alla tradizione birraria di Andechs che nel Bräustüberl. Negli ultimi 120 anni è letteralmente "cresciuto all’interno" del vecchio birrificio.

Il Bräustüberl originario si trovava nell'attuale Grützner-Stüberl. Prima del 1900, c’era posto solo per una dozzina di ospiti. Era l’epoca in cui gli stessi mastri birrai del monastero servivano la birra nel Bräustüberl di Andechs.

Frate Jakob Neubauer

Mastro birraio e Andechser Original

Stampa di un dipinto di Eduard von Grützner (1846-1925) dall’archivio del monastero.

Uno di loro, Fratello Jakob Neubauer (1823-1886), divenne uno dei più famosi mastri birrai di Andechs. Lo deve, tra l'altro, al pittore Eduard Grützner, con il quale era legato da amicizia.

Grützner lo ha immortalato in diversi dipinti. Qui frate Jakob è a sinistra nell’immagine.

Nella sua cronaca di Andechs, padre Willibald Mathäser tramanda un aneddoto che ritrae la figura di frate Jakob:

“Con la stessa schietta apertura Fratello Jakobus incontrò anche il principe Ludwig, che sarebbe diventato l'ultimo monarca di Baviera con il nome di Ludwig III. Il giovane Wittelsbach arrivò con la moglie Therese sul Sacro Monte un giorno in cui c’erano molte persone al Bräustüberl. Non c’erano sedie libere né nel Bräustüberl né in giardino, per cui il principe Ludwig mandò a cercare frate Jakobus con la richiesta di trovargli dei posti a sedere. Ma neanche il frate del monastero, occupato alla mescita, riuscì ad aiutarlo. Tagliando corto disse: "I sovrani dovrebbero sedersi come tutti gli altri. Un principe e una principessa non sono diversi dalle altre persone”.

Monastero di Andechs Stemma

Ingresso del Bräustüberl originario

Fotografia originale dell'anno 1904

Foto dall’archivio del monastero.

Al centro, con il grembiule chiaro, frate Ämilian Dempf. Nel 1886 era già elencato nel Catalogus del monastero con il suo nome di battesimo Antonius come "socius braxatoris" - assistente o dipendente del mastro birraio.

Come frate Ämilian Dempf, mantenne la posizione dal 1887 al 1919. Dal 1920 fino alla sua morte, avvenuta il 22 aprile 1925, guidò il birrificio del monastero come "braxator", o mastro birraio.

Sul retro della foto c'è la dedica: "In memoria affettuosa di Xaver Schirmböck, Augusta, Göggingerstr., 10 agosto 1904”. Non è chiaro se nella foto si veda anche Xaver Schirmböck stesso. È possibile che Xaver Schirmböck sia il banchiere di Augusta che morì tragicamente in un incidente stradale nel 1939, nel quale fu coinvolto il padre di Bert Brecht a Schorndorf.

Monastero di Andechs Stemma

Volta del Bräustüberl di Andechs

Probabilmente parte della vecchia malteria

Rappresentazione dall'inizio del XX secolo.

Fino all'inizio del XX secolo, il cosiddetto Bräustüberl originario aveva posto solo per poche decine di ospiti.

Nel 1903 fu aperto il primo collegamento ferroviario tra Monaco e Herrsching. A causa del numero crescente di visitatori, il vecchio Bräustüberl - l'attuale Grütznerstüberl - divenne presto troppo piccolo. Dopo la nuova costruzione della malteria nel 1906/07, il Bräustüberl poté essere ampliato all’interno della vecchia malteria - la sala a volta di oggi.

La stufa di maiolica verde sulla destra nella foto è ancora oggi nello stesso posto.

Monastero di Andechs Stemma

Addio dell’Oberwachtmeister Dicker nel gennaio 1915

In occasione dell'addio dell’Oberwachtmeister Dicker fu scattata questa foto della mescita di birra davanti al Bräustüberl.

Foto dall’archivio del monastero di Andechs.

In foto da sinistra a destra frate Alfred Kargerbauer, l'orologiaio di Erlinger August Hemberger, che ha creato la campana per la Chiesa del pellegrinaggio di Andechs, e frate Korbinian Schmid.
Frate Alfred e frate Korbinian sono stati per anni camerieri nel Bräustüberl di Andechs. Frate Alfred terminò il servizio come cameriere addetto alla mescita nel 1938, quando il Bräustüberl dovette chiudere sotto la pressione dei nazionalsocialisti. Fu l’ultimo cameriere del Bräustüberl proveniente dalle fila dei monaci di Andechs.

Monastero di Andechs Stemma

Vecchio Bräustüblein di Andechs

Scattata probabilmente nella vecchia malteria.

Foto dall’archivio del monastero.

Questa stampa di una fotografia dall’archivio del monastero di Andechs del 1925 è accompagnata dall’annotazione "Vecchio Bräustüblein di Andechs - un tempo l'unica sala ricreativa".

In piedi accanto alla stufa in maiolica con il grande grembiule, frate Alfred Kargerbauer, accanto a lui - un po' sullo sfondo a sinistra di frate Alfred Frater Korbinian Schmid, entrambi per anni camerieri addetti alla mescita.

Con la chiusura del Bräustüberl nel 1938, finì la tradizione di servire la birra da parte dei monaci di Andechs.

Solo nel 1952, il giorno di San Giuseppe, il Bräustüberl fu riaperto dall'abate Hugo Lang.

Monastero di Andechs Stemma

Nuova birreria di Andechs

Costruita sotto il priore Padre Augustin Engl

Foto dall’archivio del monastero.

Questa stampa di una fotografia del 1927 è accompagnata dall’annotazione "Nuova birreria di Andechs - Costruita sotto il priore padre Augustin Engl".

È stata scattata nel più alto dei sette piani del nuovo edificio della malteria, che fu eretta sul Sacro Monte nel 1906/07.
Solo la stanza più alta della malteria veniva aperta in estate, quando c'era una grande folla. Dall'espansione del Bräustüberl nel 1970, è aperta ai visitatori tutto l'anno come "Wappensaal".

Davanti a sinistra, con il grembiule e i boccali, frate Alfred Kargerbauer, accanto a lui un po' più indietro frate Korbinian Schmid. Entrambi per lungo tempo camerieri addetti alla mescita.

Con la chiusura del Bräustüberl nel 1938, i monaci cessarono anche di servire la birra.

Monastero di Andechs Stemma

Fino alla Seconda Guerra Mondiale, la birra veniva servita dai monaci stessi che la spillavano dalle botti di stoccaggio situate dietro il Bräustüberl originale. All'inizio della seconda guerra mondiale, il Bräustüberl dovette chiudere. Il 19 marzo 1952, giorno di San Giuseppe, fu riaperto. Nel "chiosco" allestito all'epoca, modernizzato e ampliato più volte nel corso degli anni, i visitatori si servivano da soli ritirando i pasti, una tradizione che è ancora ben radicata ad Andechs.

Monastero di Andechs Stemma

Ulteriori ampliamenti si resero necessari nel 1970.

L'aumento costante del numero di visitatori ha reso necessari nuovi ampliamenti nel 1970. I locali dell'attuale "Vecchia malteria", sul versante orientale del Sacro Monte, furono realizzati per questo scopo. Lì dove fino alla fine degli anni '60 veniva prodotto il malto dall'orzo da birra, c'è ora la spaziosa Wappensaal e il più piccolo Mälzer-Stüberl. Nella Wappensaal c’è un forno che sforna continuamente i Brezel e le "Auszogne" e altri dolci. Anche il Grützner-Stüberl si inserisce armoniosamente nel quadro generale del Bräustüberl, dopo essere stato completamente rinnovato negli anni 70. Nel 1998, la terrazza della birra del Bräustüberl è stata ampliata per includere la terrazza est.

Ovunque nel Bräustüberl e sulle terrazze, i visitatori possono portare il proprio cibo e gustarlo insieme alla birra di Andechs, secondo l'antica usanza dei pellegrini.

Monastero di Andechs Stemma

Vai a

Birra invernale

» leggi